Il Quadro dei titoli dello Spazio europeo dell’istruzione superiore - QF EHEA

Il Processo di Bologna, processo di riforma a carattere europeo al quale partecipano 48 paesi e che ha realizzato nel 2010 lo Spazio europeo dell’istruzione superiore - EHEA, coerentemente coi suoi scopi, ha posto come uno dei suoi principali obiettivi la costituzione di Quadri nazionali dei titoli, come emerge nel Comunicato di Berlino prodotto dai Ministri dei paesi aderenti al Processo: si incoraggiano gli stati partecipanti ad elaborare un Quadro nazionale delle proprie qualifiche d’istruzione superiore suddiviso sui tre cicli, il cosiddetto National Qualifications Framework - NQF. Tale strumento ha l’obiettivo di descrivere ogni qualifica in termini di carico di lavoro per gli studenti, di livello, di risultati di apprendimento, di competenze e di profili, al fine di una più corretta leggibilità e comparabilità dei titoli nei differenti sistemi. Inoltre il framework servirà per dare un’immagine di tutti i titoli presenti in Europa verso i paesi terzi, al fine di presentare sinteticamente l’intera offerta formativa a livello europeo.


Il Qualifications Framework del Processo di Bologna è impostato su differenti livelli, denominati ‘cicli’ che si basano su altrettanti risultati di apprendimento, definiti Dublin Descriptors - prodotti da un gruppo di esperti successivamente alla Conferenza Ministeriale di Praga (2001): essi sono generici in quanto applicabili ad una vasta gamma di discipline e profili, inoltre tengono conto delle molteplici articolazioni possibili dei sistemi di Istruzione Superiore nazionali. Quindi, i Descrittori di Dublino sono enunciazioni generali dei tipici risultati conseguiti dagli studenti che hanno ottenuto un titolo dopo aver completato con successo un determinato ciclo degli studi; essi vanno intesi come prescrizioni e non rappresentano soglie o requisiti minimi, inoltre non sono certamente esaustivi: i descrittori mirano a identificare la natura del titolo nel suo complesso. Essi non hanno carattere disciplinare e non sono circoscritti in determinate aree accademiche o professionali.


Il Processo di Bologna prevede che, in tutti i paesi, gli studi a livello di Istruzione Superiore siano articolati su tre cicli:


- un primo ciclo della durata minima di tre anni - da 180 a 240 crediti ECTS;

- un secondo ciclo della durata di uno o due anni - da 60 a 120 crediti ECTS;

- un terzo ciclo di studi dottorali il quale non deve necessariamente essere espresso in forma di crediti (la durata degli studi dottorali nella maggior parte dei paesi è di tre anni) al quale di regola si accede dopo aver accumulato complessivamente 300 crediti ECTS - circa cinque anni di corso.


In linea generale, i titoli corrispondenti a ogni ciclo garantiscono l’accesso al ciclo successivo, tenuto conto delle regole interne stabilite dai vari ordinamenti dei paesi membri. In un solo ciclo possono essere inserite varie tipologie di corsi che possono quindi avere differente durata, differenti obiettivi formativi e possono essere caratterizzati da un’impronta più accademica o più professionalizzante.


Il QF dell’EHEA si occupa esclusivamente di qualifiche riferite al settore dell’Higher Education basato su tre cicli degli studi, cioè tutte le qualifiche che si trovano dopo la scuola secondaria superiore - classicamente identificate con gli studi a livello universitario. Inoltre, tale framework è basato sul concetto di ‘crediti’, cioè di una unità di misura per stabilire l’impegno necessario in termini di ore-lavoro per l’ottenimento di una qualifica, o anche il ‘peso’ in termini di ore di ogni qualifica. Il sistema di crediti utilizzato dal QF del Processo di Bologna è l’ECTS - European Credit Transfer and Accomulation System.


Per approfondimenti:

Qualifications Frameworks in the EHEA

National Qualifications Frameworks (EHEA)

Overarching Framework for Qualifications in the EHEA

Progetti in evidenza
Servizi